Dio ci ha amato per primo

Sprachen de en

Lesedauer 3 Minuten

La scorsa settimana durante la mia quiete con Dio mi sono dedicato al versetto sopra del capitolo 31 di Geremia. Questo verso mi ha attratto e mi ha toccato moltissimo. Durante la lettura ho sentito il cuore di Dio e il suo grande amore per noi umani. Un amore molto più grande di quanto possiamo mai immaginare, un amore che ci viene sempre per primo, un amore che sempre céra, un amore che non è legato alle condizioni. L’amore di Dio è un amore immeritato che non possiamo guadagnare con i nostri sforzi o buone azioni e opere. Dio ci ha sempre amato e ci amerà sempre nonostante i nostri errori e debolezze. Il nostro comportamento non cambia il suo amore.

In tutto il capitolo 31 di Geremia riconosco l’amore di Dio per il suo popolo, il suo desiderio per le persone e il suo desiderio di comunità e relazione, vuole attirare le persone a se stesso. Nonostante tutti i peccati e nonostante il fatto che le persone si siano allontanate da Dio, vuole essere misericordioso e perdonare. Sta solo aspettando che si voltino, lo riconoscano, si voltino verso di lui e chiedano perdono. Dio vuole stringere una nuova alleanza con il suo popolo scrivendo la legge nei loro cuori e riempiendola con lo Spirito Santo. Questa nuova alleanza si applica non solo al popolo di Israele, ma a tutti coloro che vivono una relazione personale con Dio. Le profezie di Geremia si riferiscono a Gesù Cristo, attraverso di lui abbiamo un nuovo inizio e riconciliazione con Dio. Con Gesù la nuova alleanza di Dio iniziò con noi umani.

Dio combatte per l’amore di ogni singola persona, perché la sua natura è l’amore, è l’amore stesso. Guardando indietro sulla mia vita finora, posso vedere tracce dell’amore di Dio ovunque, è sempre stato lì dall’inizio. Dio per primo mi ha amato senza che io abbia fatto nulla per questo. Anche nei momenti in cui mi sono allontanata da lui, vivevo senza di lui, non ero consapevole della sua presenza, era lì e mi ha cercato e mi ha tirato a se per pura gentilezza. Quando non l’ho riconosciuto, mi ha già visto e conosciuto. Riconoscere e incontrare l’amore di Dio è il dono più grande della mia vita, ho potuto sperimentare quanto sono preziosa per Dio e quanto incondizionato e il suo amore. Il suo amore per me è così grande che ha dato la sua vita in modo che io possa avere di nuovo accesso a mio padre in cielo e che non vi sia più alcuna separazione. Ha preso il peccato (= separazione da Dio) per me e per ogni persona che accetta questo dono di grazia.

L’amore di Dio cambia i cuori. Perché ci ama così tanto, anche noi vogliamo amare. Ci dà la volontà di trasmettere il suo amore ai nostri simili. Ci dà la forza di perdonare. Ci dà il suo punto di vista su persone e circostanze. Perché siamo amati, vogliamo fare del bene, essere generosi e compassionevoli. Perché Dio ci ama, vogliamo amarlo e vivere secondo la sua volontà. Perché Dio ci ama, vogliamo soddisfarlo. Perché Dio ci ama, siamo preziosi.

“Cari, amiamoci l’un l’altro; poiché l’amore viene da Dio e chi ama nasce da Dio e conosce Dio. Chi non ama non conosce Dio; poiché Dio è amore ”1 Giovanni 4: 7-8

“Questo è amore: non che abbiamo amato Dio, ma che lui ha amato noi e ha mandato suo figlio a riconciliarsi per i nostri peccati. Carissimi, se Dio ci amasse così, anche noi dovremmo amarci gli uni gli altri. Nessuno ha mai visto Dio. Se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e il suo amore è perfetto in noi ”1 Giovanni 4: 10-12

“Amiamoci, perché prima ci amava” 1 Giovanni 4:19

“Perché Cristo è morto per noi nel momento in cui eravamo ancora deboli. Ora quasi nessuno muore per il bene di uno solo; forse per il bene, osa la sua vita. Ma Dio mostra il suo amore per noi nel fatto che Cristo è morto per noi quando eravamo ancora peccatori ”Romani 5: 6-8

“Ma Dio, che è ricco di misericordia, nel suo grande amore con cui ci ha amato, ci ha anche resi morti in peccati vivi con Cristo – tu sei salvato per grazia – e ci ha portato con sé cresciuto e impegnato in cielo in Cristo Gesù in modo che nei prossimi tempi mostrasse la ricchezza esuberante della sua grazia attraverso la sua bontà verso di noi in Cristo Gesù. Perché per grazia sei salvato dalla fede, e non da te: è un dono di Dio, non dalle opere, in modo che nessuno possa vantarsi. Perché noi siamo la sua opera, creata in Cristo Gesù per le buone opere che Dio ha preparato in anticipo affinché dovessimo camminarci dentro. ”Efesini 2: 4-10

Rispondi