Avvento – aspettative

Lesedauer 2 Minuten

L’Avvento è iniziato, un periodo di grande attesa. Ci stiamo preparando per il natale e stiamo facendo del nostro meglio per renderlo il più bello possibile. Decoriamo, sforniamo biscotti, addobbiamo l’albero di Natale, compriamo regali, cerchiamo ricette per il perfetto menu di Natale e desideriamo avere un bel tempo con la famiglia. Ci aspettiamo anche un tempo contemplativo, pacifico e armonioso in cui possiamo fermarci e riposarci.

Quest’anno il periodo dell’Avvento e del Natale potrebbe essere diverso da quello che ci aspettiamo. I mercatini di Natale sono stati cancellati, i contatti sociali sono limitati, le grandi feste di Natale sono cancellate, i viaggi non sono consentiti.

Ma cos’è veramente importante? Di cosa parla veramente la stagione dell’Avvento? Avvento viene dal latino e significa “arrivo”. Ci stiamo preparando per l’arrivo di Gesù, il cui compleanno celebreremo la vigilia di Natale, e l’Avvento indica anche la futura venuta di Cristo.

“Preparate la via per il Signore” Isaia 40: 3

Gesù è al centro, il suo arrivo è il centro del messaggio di Natale. Con questo in mente, vorrei organizzare il periodo dell’Avvento e del Natale. Ricordami consapevolmente che Gesù sta cercando un luogo dove possa arrivare. Già 2000 anni fa a Betlemme, Maria e Giuseppe cercavano un alloggio dove poter stare. Molte persone li hanno respinti fino a quando non hanno finalmente trovato un posto in una stalla. Là nacque Gesù e Maria lo mise in una mangiatoia. Dio si fa piccolo, è nato in cattive condizioni. Dio si avvicina a noi esseri umani e mostra il suo amore. Dà se stesso.

Anche oggi Gesù sta ancora cercando un luogo dove possa arrivare. È alla ricerca di persone che accetteranno il dono del suo amore, che gli apriranno i loro cuori in modo che possa trasferirsi lì dentro. Non si aspetta un albero di Natale decorato, regali o un menu di Natale. Quello che vuole è l’incontro e la comunità, vuole trovar posto in te e in me. È Lui che ci dona il suo amore incondizionato, con la sua luce, con la sua speranza, con la sua consolazione, con la sua gioia, con la sua grazia e con la sua pace.

“Ecco, io vi porto una buona notizia di grande gioia, che sarà per tutte le persone” Luca 2:10

“Perché per noi è nato un bambino! Ci è stato dato un figlio! Lui prenderà il controllo. È chiamato “Consigliere meraviglioso”, “Dio potente”, “Padre eterno”, “Principe della pace” Isaia 9.5

Quest’anno in particolare, in cui il mondo ha bisogno di nuova speranza e nuova luce, è l’occasione, che il messaggio del Natale diventi sempre più importante per molte persone, per diventarne più consapevoli, per pensarci e per andare alla ricerca di Dio.

Quando penso alla storia del Natale, mi vengono in mente i tre saggi dell’Oriente. La Bibbia li chiama maghi, una combinazione di scienziati, filosofi e astronomi. Stavano cercando la verità. Hanno cercato Gesù, fatto domande, osservato e fatto tutto il possibile per ottenere risposte e così hanno raggiunto il loro obiettivo.

“Chiedete e vi sarà dato; cerca e troverai; bussate e vi sarà aperto. Perché chi chiede riceve; e chi cerca troverà; e chiunque busserà là sarà aperto ”. Matteo 7: 7-8

“Allora cercherai il Signore tuo Dio. E lo troverai se chiedi di lui onestamente e con tutto il tuo cuore ”Deuteronomio 4:29

Imperturbabile

Lesedauer 2 Minuten

C’è qualcosa di affascinante nelle montagne. Quando esploro le montagne in cui vivo, rimango sempre stupita. Durante le escursioni estive posso vedere le maestose alti monti, lasciar vagare lo sguardo in lontananza dall’alto e godermi il meraviglioso panorama. Mi piacciono i prati di montagna, i laghi limpidi e le valli profonde. Le vette sono ricoperte di ghiaccio e neve. Dopo una giornata in montagna, mi sento un po ‘più vicino al paradiso.

Nella Bibbia leggiamo spesso che le persone incontrano e sperimentano Dio sulla montagna. Anche Gesù si ritirò sui monti per pregare e per trovare riposo. Le dimensioni, la massa e l’altezza delle montagne sono enormi. Sono davanti a me irrevocabilmente e inamovibili. È impossibile spostare una montagna del genere, ha il suo posto permanente. È stabile per molti milioni di anni. Ecco una breve storia:

“Una volta ogni mille anni – solo ogni mille anni – un uccello arriva su una montagna. Si siede in cima alla vetta. Là sulla roccia questo animaletto agita il becco con un movimento breve e veloce. Quindi l’uccello vola via di nuovo. Quando l’intera montagna è stata scalfita, è passato solo un secondo di eternità. Questa è coerenza. “

Nella Bibbia, in Isaia 54:10, dice il Signore nostro misericordioso:

“Le montagne possono cedere e le colline possono ondeggiare, ma nulla può scuotere il mio amore per te e il patto della mia pace non cadrà.”

Che meravigliosa promessa. L’amore di Dio per noi è ancora più stabile e incrollabile di qualsiasi montagna sulla terra. Qualunque cosa accada, anche le montagne dovrebbero cedere, l’amore di Dio dura per sempre e non può essere scosso. Dio è la roccia eterna, il terreno su cui possiamo stare in sicurezza. La sua fedeltà è irrevocabile e la sua grazia non cessa mai. Possiamo costruire su di lui, possiamo contare sulla sua parola. Non abbandona mai chi lo ama.

Questo versetto rafforza la mia speranza, la mia fede e dà coraggio nell’incertezza e nelle difficoltà. Che le situazioni difficili mi appesantiscano, non ci sia certezza, i cambiamenti avvengano nella mia vita, il suo amore per me è ciò che rimane e non può essere scosso da nulla, qualunque cosa accada. Dio ha fatto un patto di pace con noi. Per mezzo di Gesù Cristo, che è venuto sulla terra come essere umano per pagare i nostri debiti e che ha dato la sua vita per noi, abbiamo pace, perdono e accesso a Dio.

“Perché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna.” Giovanni 3:16

Alla fine un salmo:

Soccorso e protezione di Dio
1 Alzo gli occhi verso i monti… #Da dove mi verrà l’aiuto?
2 Il mio aiuto viene dal Signore, #che ha fatto il cielo e la terra.
3 Egli non permetterà che il tuo piede vacilli; #colui che ti protegge non sonnecchierà.
4 Ecco, colui che protegge Israele #non sonnecchierà né dormirà.
5 Il Signore è colui che ti protegge; #il Signore è la tua ombra; egli sta alla tua destra.
6 Di giorno il sole non ti colpirà, #né la luna di notte.
7 Il Signore ti preserverà da ogni male; #egli proteggerà l’anima tua.
8 Il Signore ti proteggerà, quando esci e quando entri, #ora e sempre. salmo 121

Fiducia

Lesedauer 3 Minuten

Cosa significa la parola fiducia? La fiducia è la ferma convinzione che accadrà qualcosa di positivo, la sensazione di una forte convinzione interiore che mi dice che andrà sempre avanti, anche quando qualcosa non va bene.

Se guardi agli eventi mondiali attuali, le previsioni non sono buone , molte persone si sentono meno sicure e cresce preoccupazione, dispiacere, perplessità e paura.

Oggi vorrei incoraggiare tutti coloro che attualmente si trovano in una situazione difficile, sia a causa del coronavirus che di altre circostanze che vogliono rubare la gioia della vita.

Hai paura di malattia?
Non sei sicuro di come continuare economicamente?
Hai paure esistenziali?
Ti senti isolato, solo, solo, ti mancano i contatti sociali?
Sei preoccupato per il futuro?
Ti senti una grande insicurezza?
Sei triste, depresso?

Forse ti sembra che Dio sia molto lontano, forse non lo senti più, tace e sembra non ascoltare le tue preghiere, ti senti vuoto e senza speranza. Sei tormentato dal dubbio che Dio abbia buone intenzioni per te.

Dio vuole incontrarti in mezzo a tutte le circostanze difficili. Lui ti è vicino. Puoi portare la tua sofferenza a lui e lamentarti, consegnargliela, ti aiuta a lasciarla andare passo dopo passo. Ti conforta. È il Dio di ogni conforto.

Lode a Dio, il Padre del nostro Signore Gesù Cristo, il Padre di misericordia e Dio di ogni consolazione, che ci conforta in tutte le nostre tribolazioni, in modo che possiamo anche confortare coloro che sono in tutte le tribolazioni con il conforto con cui noi stessi siamo confortati da Dio “2 Corinzi 1: 3-4

È lui che può darti di nuovo speranza e fiducia, che riporta la luce nell’oscurità.

Senza Dio potresti disperare per tante cose, ma hai fiducia in dio, che alla fine ha un buon piano, che sa tutto e tiene tutto nelle sue mani. Scegli di credere che Dio può far lavorare tutte le cose per il tuo bene.

“Ma sappiamo che per coloro che amano Dio, tutte le cose servono al meglio” Romani 8:28

Dio ti vede, anche se tu non lo vedi
Dio ascolta le tue preghiere, anche se tu non lo senti adesso
L’amore di Dio ti avvolge, anche se non sempre lo senti

Dio è “Emmanuele”, che significa “Dio con noi”. Niente e nessuno può separarti dal suo amore. Tieniti alla promessa di Dio, alla parola di Dio. È con te tutto il tempo, specialmente quando sei nella valle oscura.

Perché sono certo che né la morte né la vita, né gli angeli né i poteri né i governanti, né il presente né il futuro, né l’alta né la profondità né qualsiasi altra creatura possono separarci dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore. “Romani 8.38-39

Tieni la sua mano e lascia che ti guidi.


“Mi circondi da ogni parte e mi tieni la mano sopra” Salmo 139: 5


Credi a Dio, che fa miracoli. La tua fede in lui è più di un sentimento. È una ferma fiducia in ciò che speri e un non dubbiare su ciò che non vedi.

“Dio è la nostra fiducia e forza, un aiuto nei grandi bisogni che ci hanno colpito”. Salmo 46: 2

“Poiché tu sei la mia fiducia, una potente torre dai miei nemici”. Salmo 61: 3

“Con Dio è la mia salvezza, il mio onore, la roccia della mia forza; la mia fiducia è in Dio. “Salmo 62: 7

Sperate sempre in lui, care persone, aprite i vostri cuori davanti a lui; Dio è la nostra fiducia. “Salmo 62: 8

“Ma è mia gioia stare dalla parte di Dio e riporre la mia fiducia nel Signore” Salmo 73:28

“Ti coprirà con le sue ali e la tua fiducia sarà sotto le sue ali. La sua verità è uno scudo e uno scudo “. Salmo 91: 4

Ma il SIGNORE è la mia protezione; il mio Dio è il rifugio della mia fiducia “Salmo 94: 2

Trattare con persone difficili

Lesedauer 4 Minuten

Incontriamo un’ampia varietà di persone nel nostro viaggio nella la vita. Ognuno è unico, ognuno ha le proprie peculiarità, i propri valori, le proprie esperienze di vita, i propri comportamenti. A volte è facile per noi costruire una relazione, il sentimento è giusto fin dall’inizio, proviamo simpatia e connessione con l’altro. Ci capiamo quando abbiamo interessi simili, abbiamo sperimentato cose simili, quando troviamo caratteristiche di noi stessi nell’altro. Spesso sono anche gli opposti che ci attraggono, riconosciamo qualità positive nelle persone che non abbiamo, e viceversa in noi, in modo da completarci perfettamente nella relazione.

Tuttavia, ci sono anche incontri con persone che ci sembrano difficili, dove spesso non sappiamo esattamente come affrontarle. Queste possono essere persone che ci feriscono, persone che si lamentano e piagnucolano tutto il tempo, persone a cui piace bestemmiare o colpire gli altri, che rendono gli altri piccoli, possono diventare irascibili o arrabbiati, persone che rubano la nostra energia, ecc. Queste persone hanno dei comportamenti che ci causano problemi e che troviamo difficile da affrontare.

Come affrontare senza lasciarci condurre ad azioni negative, senza esserne influenzati, senza renderci vulnerabili e aperti agli attacchi?

Il metodo e la strategia migliore e più efficace che abbiamo come figli di Dio è l’amore di Dio dentro di noi. La Parola di Dio ci sfida a incontrare ogni essere umano, amico o nemico, con questo amore.

“Accettatevi gli uni gli altri come Cristo vi ha accolti” Romani 15: 7

“Hai sentito che la Legge di Mosè dice:” Ama il tuo prossimo “[14] e odi il tuo nemico. 44 Ma io dico: Amate i vostri nemici [15] Pregate per coloro che vi perseguitano. 45 Quindi agite come veri figli del vostro Padre celeste. Perché fa sorgere il sole nel bene e nel male e fa piovere per i giusti come per gli ingiusti. 46 Se ami solo chi ti ama, cosa ha di speciale? Anche gli esattori delle tasse corrotti lo fanno. 47 Se sei gentile solo con i tuoi amici, come ti distingui dalle altre persone? Anche quelli che non conoscono Dio lo fanno. 48 Ma tu sarai perfetto, proprio come è perfetto il tuo Padre celeste ”. Matteo 5: 43-46


Possiamo provare e imparare a vedere tutti con gli occhi di Dio, senza giudicare. Dobbiamo essere consapevoli che tutti sono creature di Dio e che Dio ama tutti. Dio fa sempre una distinzione tra l’uomo stesso e il suo comportamento. Dio odia il peccato, ma ama il peccatore.

“Ma Dio dimostra il suo grande amore per noi proprio per il fatto che Cristo è morto per noi quando eravamo ancora peccatori” Romani 5: 8

Se incontriamo persone difficili in modo amichevole e amorevole, con un sorriso, possiamo irradiare l’amore di Dio dentro di noi e far riflettere l’altro sul suo comportamento.

Vedere le altre persone attraverso gli occhi di Dio significa interessarsi di loro, mettere in discussione le origini del suo comportamento. Perché l’uomo ha reagito in un modo o nell’altro, perché si è comportato così? Dovremmo cercare di metterci nei panni dell’altra persona e capirla prima di giudicare. L’altro potrebbe aver avuto lui stesso esperienze negative, potrebbe essere stato trattato male o semplicemente avere una brutta giornata, ecc. Niente giustifica il fatto che sminuisca o insulti altre persone per questo, ma conoscere le motivazioni ci aiuta a non prendere il comportamento dell’altra persona personalmente. Spesso il comportamento dell’altro non ha nulla a che fare con noi.

Le persone ferite feriscono le persone

Quello che possiamo ancora fare quando incontriamo persone difficili ai nostri occhi è chiederci cosa possiamo imparare da loro e cosa la rispettiva situazione vuole mostrarci. È anche possibile che l’altra persona rispecchi un comportamento che non mi piace di me stesso e che dovrei cambiare.

“Come uno macina il ferro attraverso il ferro, così un uomo macina il carattere di un altro” Proverbi 27:17


Noi stessi abbiamo difetti e debolezze che possono essere difficili per gli altri.

“Perché vedi ogni piccola scheggia negli occhi del tuo prossimo, ma non noti la sbarra nei tuoi occhi? 4 Come puoi dirgli: ‘Vieni qui! Voglio toglierti la scheggia dall’occhio! ”E anche tu hai una trave nell’occhio! 5 Ipocrita! Prima rimuovi la sbarra dall’occhio, poi puoi vedere chiaramente per estrarre anche la scheggia dall’occhio del tuo prossimo. “Matteo 7: 3-5

Possiamo imparare da Gesù ad amare le persone e ad accettarle così come sono. Non dovremmo classificare le persone o dividerle in diverse categorie in base al loro comportamento. Perché se diciamo fin dall’inizio che questa persona è in questo modo e in quello, abbiamo un’opinione su una persona di cui è difficile liberarsi. Formiamo un’immagine da cui difficilmente possiamo liberarci, anche se la persona si sforza. Ecco perché è così importante lasciar andare i comportamenti inappropriati, perdonare e non essere risentiti, non sempre guardare gli errori dell’altro, ma guardare i suoi tratti positivi che scoprono tesori nell’altro.

“L’amore è sempre pronto a credere il meglio di tutti”. 1 Corinzi 13: 5

“Miei amici! Amiamoci gli uni gli altri perché l’amore viene da Dio. Chi ama è un figlio di Dio e conosce Dio ”. 1. Giovanni 4: 7


Non dovremmo mai ripagare il male per il male, ma piuttosto

pregate per l’altro “Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per coloro che vi perseguitano!” Matteo 5:44
perdonati “Piuttosto, siate gentili e misericordiosi e perdonatevi a vicenda, proprio come Dio vi ha perdonato tramite Gesù Cristo. Efesini 4.32
Non dare credito alla colpa “Soprattutto, non smettere di amarti l’un l’altro. Perché “l’amore trascura gli errori” 1 Pietro 4: 8
non parlare male dell’altra persona, fallo male con gli altri “Chi fa pettegolezzi sugli altri, condivide segreti; ma coloro che sono affidabili tengono un segreto per se stessi “Proverbi 11:13” Non parlate male gli uni degli altri, ma abbiate una buona parola per tutti coloro che ne hanno bisogno. Quello che dici dovrebbe essere utile e incoraggiante, un beneficio per tutti Efesini 4:29
aiuto “ma voi che mi ascoltate veramente dico: amate i vostri nemici e fate del bene a quelli che vi odiano” Luca 6:27
Non gioire “Non gioire per la sfortuna del tuo nemico; non gioire per la sua caduta! ”Proverbi 24:17
Tratta sempre le persone come vorresti che trattassero te” Matteo 7:12


Attuare tutti questi propositi e trattare con le persone come descritto in questi versetti è impossibile per la propria forza e forza di volontà. Per poter agire in questo modo, dobbiamo essere pieni della potenza di Dio e vivere del suo amore. La nostra natura è debole, ma lo Spirito di Dio dentro di noi rende possibile l’impossibile se solo confidiamo e crediamo.

Dio ci ha amato per primo

Lesedauer 3 Minuten

La scorsa settimana durante la mia quiete con Dio mi sono dedicato al versetto sopra del capitolo 31 di Geremia. Questo verso mi ha attratto e mi ha toccato moltissimo. Durante la lettura ho sentito il cuore di Dio e il suo grande amore per noi umani. Un amore molto più grande di quanto possiamo mai immaginare, un amore che ci viene sempre per primo, un amore che sempre céra, un amore che non è legato alle condizioni. L’amore di Dio è un amore immeritato che non possiamo guadagnare con i nostri sforzi o buone azioni e opere. Dio ci ha sempre amato e ci amerà sempre nonostante i nostri errori e debolezze. Il nostro comportamento non cambia il suo amore.

In tutto il capitolo 31 di Geremia riconosco l’amore di Dio per il suo popolo, il suo desiderio per le persone e il suo desiderio di comunità e relazione, vuole attirare le persone a se stesso. Nonostante tutti i peccati e nonostante il fatto che le persone si siano allontanate da Dio, vuole essere misericordioso e perdonare. Sta solo aspettando che si voltino, lo riconoscano, si voltino verso di lui e chiedano perdono. Dio vuole stringere una nuova alleanza con il suo popolo scrivendo la legge nei loro cuori e riempiendola con lo Spirito Santo. Questa nuova alleanza si applica non solo al popolo di Israele, ma a tutti coloro che vivono una relazione personale con Dio. Le profezie di Geremia si riferiscono a Gesù Cristo, attraverso di lui abbiamo un nuovo inizio e riconciliazione con Dio. Con Gesù la nuova alleanza di Dio iniziò con noi umani.

Dio combatte per l’amore di ogni singola persona, perché la sua natura è l’amore, è l’amore stesso. Guardando indietro sulla mia vita finora, posso vedere tracce dell’amore di Dio ovunque, è sempre stato lì dall’inizio. Dio per primo mi ha amato senza che io abbia fatto nulla per questo. Anche nei momenti in cui mi sono allontanata da lui, vivevo senza di lui, non ero consapevole della sua presenza, era lì e mi ha cercato e mi ha tirato a se per pura gentilezza. Quando non l’ho riconosciuto, mi ha già visto e conosciuto. Riconoscere e incontrare l’amore di Dio è il dono più grande della mia vita, ho potuto sperimentare quanto sono preziosa per Dio e quanto incondizionato e il suo amore. Il suo amore per me è così grande che ha dato la sua vita in modo che io possa avere di nuovo accesso a mio padre in cielo e che non vi sia più alcuna separazione. Ha preso il peccato (= separazione da Dio) per me e per ogni persona che accetta questo dono di grazia.

L’amore di Dio cambia i cuori. Perché ci ama così tanto, anche noi vogliamo amare. Ci dà la volontà di trasmettere il suo amore ai nostri simili. Ci dà la forza di perdonare. Ci dà il suo punto di vista su persone e circostanze. Perché siamo amati, vogliamo fare del bene, essere generosi e compassionevoli. Perché Dio ci ama, vogliamo amarlo e vivere secondo la sua volontà. Perché Dio ci ama, vogliamo soddisfarlo. Perché Dio ci ama, siamo preziosi.

“Cari, amiamoci l’un l’altro; poiché l’amore viene da Dio e chi ama nasce da Dio e conosce Dio. Chi non ama non conosce Dio; poiché Dio è amore ”1 Giovanni 4: 7-8

“Questo è amore: non che abbiamo amato Dio, ma che lui ha amato noi e ha mandato suo figlio a riconciliarsi per i nostri peccati. Carissimi, se Dio ci amasse così, anche noi dovremmo amarci gli uni gli altri. Nessuno ha mai visto Dio. Se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e il suo amore è perfetto in noi ”1 Giovanni 4: 10-12

“Amiamoci, perché prima ci amava” 1 Giovanni 4:19

“Perché Cristo è morto per noi nel momento in cui eravamo ancora deboli. Ora quasi nessuno muore per il bene di uno solo; forse per il bene, osa la sua vita. Ma Dio mostra il suo amore per noi nel fatto che Cristo è morto per noi quando eravamo ancora peccatori ”Romani 5: 6-8

“Ma Dio, che è ricco di misericordia, nel suo grande amore con cui ci ha amato, ci ha anche resi morti in peccati vivi con Cristo – tu sei salvato per grazia – e ci ha portato con sé cresciuto e impegnato in cielo in Cristo Gesù in modo che nei prossimi tempi mostrasse la ricchezza esuberante della sua grazia attraverso la sua bontà verso di noi in Cristo Gesù. Perché per grazia sei salvato dalla fede, e non da te: è un dono di Dio, non dalle opere, in modo che nessuno possa vantarsi. Perché noi siamo la sua opera, creata in Cristo Gesù per le buone opere che Dio ha preparato in anticipo affinché dovessimo camminarci dentro. ”Efesini 2: 4-10