Cambio di prospettiva

Sprachen de en

Lesedauer 3 Minuten

Nella nostra vita guardiamo a diverse circostanze, situazioni dalla nostra prospettiva. A volte le nostre opinioni sono impantanate, siamo convinti di qualcosa e il nostro punto di vista è solo unidirezionale. Ma spesso abbiamo bisogno di una nuova prospettiva, qualcosa che ci aiuti a vedere le cose sotto una luce diversa.

Pochi giorni fa abbiamo celebrato la Pasqua, la risurrezione di Gesù. Questo evento è stato un tale cambio di prospettiva. Quel giorno l’oscurità divenne luce, la sconfitta divenne vittoria e la morte divenne vita. Dopo la sua risurrezione, Gesù apparve e incontrò diverse persone. L’incontro con il risorto ha rivelato la prospettiva di Dio su ciò che stava accadendo loro.

C’erano Maria Maddalena e Maria, la madre di Giacomo, che piangevano presso la tomba vuota. Erano pieni di tristezza e paura. Pensavano che Gesù fosse morto finché non lo incontrarono nelle sembianze di un giardiniere.

Leggiamo anche dei due discepoli Cleopa e il suo amico, che stavano tornando a casa da Gerusalemme a Emmaus quando incontrarono Gesù nella loro delusione e disperazione. Fu solo quando spezzò il pane con loro che lo riconobbero. Allo stesso modo è apparso ai suoi 11 discepoli, che hanno lasciato la tomba inorriditi e terrorizzati (Marco 16.8). Si è mostrato loro nel mezzo della loro disperazione.

Tommaso, uno dei discepoli, era in una prospettiva di dubbio e incredulità. Fu solo quando pose le mani sulle ferite di Gesù che poté credere.

Anche Pietro ha avuto un incontro con Gesù. Aveva calunniato Gesù tre volte e si sentiva un fallito. Nonostante la sua debolezza, Gesù gli si avvicinò e gli fece la stessa domanda tre volte: “Simon Pietro, mi ami?”

Anche Saul ha sperimentato un cambio di prospettiva sulla strada per Damasco. Era un acerrimo nemico e persecutore dei cristiani finché all’improvviso una luce brillò intorno a lui e udì la voce di Gesù, che stava perseguitando. È stato un evento che ha cambiato la sua vita. Divenne Paolo, che con grande zelo predicava la buona notizia tra il popolo e divenne un credente dei cristiani.

Un incontro con Gesù trasforma e ti dà una nuova prospettiva. Non solo allora, anche oggi, Gesù vuole incontrare me e te, nella nostra quotidianità, nelle nostre circostanze e situazioni di vita. Gesù è risorto, vive. Ci ha amati per primo e fa sempre il primo passo verso di noi umani. Vuole starci vicino, incontrarci. Dimostra il suo amore quando è morto sulla croce per il nostro peccato. Tramite il suo sacrificio siamo riconciliati con Dio e tramite la sua risurrezione abbiamo la vita eterna. Dio dà una nuova prospettiva. Tristezza e delusione diventano gioia, dove la disperazione regna la speranza sorge. Il dubbio e l’incredulità devono cedere, nasce una nuova convinzione. Nel fallimento e nella debolezza Dio porta nuova forza, l’odio è vinto dall’amore.

Possiamo porci le seguenti domande:

  • Dove o in quale area della mia vita provo delusione o tristezza, dove ho bisogno di nuova gioia?
  • Dove vivo in disperazione, dove ho bisogno di una nuova speranza? Dove sono bloccata nel dubbio o nell’incredulità e ho bisogno di una nuova fede?
  • Dove mi sento debole e fallita e ho bisogno di nuova forza?
  • Dove ho bisogno di un amore che vinca tutto l’odio?
  • Dove è morto qualcosa in me e ha bisogno di essere riportato in vita?
  • Dove vedo la fine e ho bisogno di un nuovo inizio?
  • Non importa cosa sia e di cosa abbiamo bisogno, è esattamente dove Gesù vuole incontrarci e darci una nuova prospettiva, la prospettiva di dio.

Questa nuova prospettiva, questo amore di Dio nei nostri cuori trasforma la notte in giorno, porta luce in ogni oscurità, dà un nuovo inizio a ogni situazione senza speranza. Un incontro con Gesù cambia i nostri cuori. Credendo in lui diventiamo figli di Dio e il suo spirito vive e opera in noi. In tal modo diventiamo portatori del suo amore e come figli della luce possiamo trasmettere il suo amore e la sua luce ai nostri simili. Possiamo parlare di Gesù, pregare per le persone, vivere la carità in modo che molte più persone possano incontrare Gesù.

Citazione: “Ma quando Gesù si alzò presto il primo giorno della settimana, apparve per la prima volta a Maria Maddalena, dalla quale aveva scacciato sette spiriti maligni” (Marco 16: 9); Un altro passaggio biblico in Giovanni 20: 11-18

Citazione: “Ed essi vennero da lui, gli presero i piedi e caddero davanti a lui.” (Matteo 28: 1-10)

Citazione: “Mentre parlavano e discutevano l’un l’altro, Gesù si avvicinò e andò con loro” (Luca 24: 13-35)

Citazione: “I discepoli furono contenti di aver visto il Signore” (Giovanni 20: 19-23)

Citazione: “Perché mi hai visto, Tommaso, ecco perché credi” (Giovanni 20: 24-29)

Citazione: “Quando era già mattina, Gesù stava sulla riva” (Giovanni 21)

Citazione: “Alla fine anche lui fu visto da me come una nascita prematura” (1 Corinzi 15: 1-8); Un altro passaggio di Atti 9: 1-19

Rispondi