Calma nella tempesta

Lesedauer 3 Minuten

Il sole non splende tutti i giorni. Ogni tanto può essere ventoso, tempestoso e scomodo. Le nuvole coprono il cielo azzurro, diventa buio, nuvoloso e fa freddo. I temporali violenti possono essere pericolosi e causare danni, ad es. inondazioni, smottamenti, uragani, fulmini o grandine.

Anche nella nostra vita spesso attraversiamo tempi burrascosi. Viviamo tempi, circostanze e crisi difficili che offuscano la nostra vista. Situazioni scomode e minacciose per noi. La situazione attuale intorno a Corona è come una tempesta che mescola tutto, un’onda dopo l’altra ci colpisce. Molte persone lottano con incertezze, dubbi, paure, preoccupazioni o disperazione.

Tuttavia, non dobbiamo avere paura dalle onde nelle nostre tempeste della vita , c’è un modo per mantenere la calma e la pace in mezzo a circostanze difficili. Ho trovato questa calma nella tempesta attraverso la comunità, il mio rapporto con Dio. C’è anche una storia nella Bibbia su una tempesta in cui Gesù era su una barca con i suoi discepoli:

Gesù calma la tempesta

“Quando venne la sera, Gesù disse ai suoi discepoli:“ Vogliamo andare all’altra riva del lago ”. Gesù era già sulla barca. Allora i discepoli liberarono la folla, salirono con lui sulla barca e partirono. Diverse altre barche andarono con loro. Ma poco dopo si è scatenata una violenta tempesta e alte onde si sono schiantate contro la barca fino a riempirla quasi completamente d’acqua. Nel frattempo, Gesù stava dormendo nel retro della barca con la testa su un cuscino. Nella loro disperazione finalmente lo svegliarono e gridarono: “Maestro, non ti dispiace che moriamo?” Gesù si svegliò, minacciò il vento e comandò all’acqua: “Taci!” Calmati ”Immediatamente il vento si placò e ci fu un profondo silenzio. E chiese ai discepoli: “Perché avete tanta paura? Non avete ancora fede? “Con timore si dissero l’un l’altro:” Chi è quest’uomo che persino il vento e le onde gli obbediscono? “

Se portiamo Gesù con noi sulla nostra nave della vita, se è lui il nostro capitano, se crediamo e confidiamo in lui, non dobbiamo aver paura. Gesù ha tutto sotto controllo e può fare miracoli in qualsiasi momento. Il vento e le onde gli obbediscono. Non affonderemo con Gesù nella barca. Possiamo fissare il nostro sguardo su di lui, chiedergli aiuto e lasciare che ci aiuti. Possiamo mantenere la nostra pace perché Dio è con noi e ci guida attraverso le tempeste. Dio è più grande di qualsiasi tempesta che ci minaccia. Possiamo trovare la nostra pace in Dio, essere pieni di speranza e fiduciosi. È il nostro fondamento e ci dà supporto. Gesù ci porta sulla riva sicura. È l’ancora bisognosa.

“Per sapere cos’è un’ancora, abbiamo bisogno della tempesta” Citazione di Corrie ten Boom

Le tempeste hanno anche i loro lati positivi. Ci rendono consapevoli che non possiamo fare tutto da soli e che abbiamo bisogno di un salvatore. Quando diventiamo deboli, Dio è la nostra forza.

“La mia grazia è tutto ciò di cui hai bisogno. La mia forza si manifesta nella tua debolezza ”2 Corinzi 12: 9

Le tempeste ci fanno anche crescere nella fede e nel nostro rapporto con Dio.

“Quando il mio cuore si fida di te e guarda il tuo amore Trovo la pace, trovo la pace posso sconfiggere la tempesta e le onde In mezzo a tempi turbolenti La tua presenza sarà sempre con me. Anche nella più grande incertezza con te c’è sempre la pace. Il mio cuore turbato si ferma perché il Dio che custodisce la mia pace sei tu. (Ulrike Nägele)

“Chiunque ascolti ciò che ho detto e agisca di conseguenza è saggio. Puoi paragonarlo a un uomo che costruisce la sua casa su un terreno roccioso. Se scende un acquazzone, l’acqua si alza e la tempesta fa tremare la casa, non crollerà perché è costruita sulla roccia “. Matteo 7: 24-25

Persistenza

Lesedauer 3 Minuten

Cos’è la persistenza? Persistenza significa immutabilità, affidabilità, stabilità e lealtà. La coerenza è una roccia forte, un’ancora sicura, una costante.

Ti sei mai chiesto chi in questo mondo è effettivamente permanente, cosa è permanente? Esiste davvero qualcosa di simile?

Il mondo cambia costantemente, niente rimane lo stesso. I tempi cambiano, le persone cambiano, i sentimenti cambiano ecc. E tuttavia le persone hanno sempre desiderato nei loro cuori di cercare ciò che rimane sempre.

“Ha posto nel cuore dell’uomo il desiderio di indagare su ciò che è eterno”. Ecclesiaste 3:11

Quando ripenso alla mia vita, questa ricerca e le domande di significato sono iniziate in giovane età. Se tutto cambia, tutto passa e niente rimane, niente ha senso. Da dove vengo? Dove vado? Perché sono qui? La nostra vita deve avere un significato più grande di quello che viviamo sulla terra per alcuni decenni e poi è tutto finito.

Allora non sapevo che la mia ricerca fosse fondamentalmente la ricerca di Dio. Solo lui è stato in grado di soddisfare questo desiderio in me, perché solo Dio è eterno e costante.

L’amore di Dio non cambia

“Perché sono abbastanza sicuro: né la morte né la vita, né gli angeli né i demoni [7], né il presente né il futuro né alcun potere, né l’alto né il basso o qualsiasi altra cosa al mondo possono separarci dall’amore di Dio, che ci dà in Gesù Cristo nostro Signore dà. “Romani 8: 38-39

Il carattere di Dio non cambia

“Io, il SIGNORE, non cambio” Malachia 3: 6

“Io sono il SIGNORE, il Dio misericordioso e benevolo. La mia pazienza è grande, il mio amore e la mia lealtà non hanno fine! Lascio che le persone sperimentino il mio amore per migliaia di generazioni. Perdono la colpa, l’ingiustizia e il peccato, ma non lascio tutto impunito. “Esodo 34: 5-7

Le buone qualità di Dio non cambiano

“Lodate il Signore, perché è buono e la sua grazia non finisce mai” 1 Cronache 16:34

Le promesse di Dio non cambiano

“Dio non è un uomo che mente, né un bambino umano che dovrebbe pentirsi. Dovrebbe dire qualcosa e non fare qualcosa? Dovrebbe parlare e non tenere qualcosa? ”Numeri 23:19

I piani di Dio non cambiano

“Dio fece anche un giuramento in modo che i destinatari di questa promessa potessero essere assolutamente certi che fosse immutabile. Quindi Dio ci ha dato sia la sua promessa che il suo giuramento, che non possono essere modificati perché Dio non mente. Per noi che abbiamo cercato rifugio in Lui, questo è un grande incoraggiamento, perché vogliamo raggiungere l’obiettivo che ci attende, il compimento della speranza, Ebrei 6: 17-18

I propositi di Dio non cambiano

“Tutti i doni buoni e tutti i doni perfetti discendono dall’alto, dal Padre della luce, con il quale non vi è alcun cambiamento, né cambiamento di luce e tenebre” Giacomo 1:17

Le vie di Dio non cambiano

“Ma ciò che il Signore vuole è per sempre, e ciò che intende è stabilito per sempre” Salmo 33:11

La verità di Dio non cambia

“La tua verità dura per e per” Salmo 119,90

La parola di Dio non cambia

“Ti assicuro: non la più piccola lettera della legge di Dio – nemmeno una riga di essa – perderà mai la sua validità finché esisteranno il cielo e la terra. Tutto deve essere adempiuto. ”Matteo 5:18

“Il cielo e la terra passeranno; ma le mie parole durano per sempre ”Matteo 24:35

Il Figlio di Dio non cambia

“Gesù Cristo ieri e oggi e lo stesso per sempre” Ebrei 13: 8

“Ma Gesù vive per sempre e il suo sacerdozio è quindi immortale. Ecco perché può salvare completamente e per sempre tutti coloro che si rivolgono a Dio attraverso di lui. Vive per sempre per difenderli con Dio ”. Ebrei 7: 24-25

“Tanto tempo fa hai creato tutto, cielo e terra sono opera delle tue mani. Passeranno, ma tu resterai. Come vecchi vestiti cadranno a pezzi, come un vestito logoro te li togli e li cambi. Ma tu rimani uno e lo stesso, i tuoi anni non hanno fine “Salmo 102: 26-28

L’amore costante di Dio è la mia roccia, la mia ancora, la mia presa. Puoi fare affidamento su di lui in ogni momento. È il mio rifugio di calma in un tempo che cambia e la mia sicurezza nell’eternità.

Sii grato in tutte le cose

Lesedauer 4 Minuten

Gratitudine cambia la prospettiva della vita. La gratitudine è uno stile di vita che possiamo praticare e allenare. C’è sempre, in ogni situazione, in ogni circostanza, in ogni crisi, almeno una ragione per cui possiamo essere grati. Possiamo prendere coscienza di ciò per cui tutti possiamo essere grati. Nulla può essere dato per scontato, tutto è un dono.

La gratitudine è abbastanza umile da ricevere qualcosa. L’orgoglioso prende solo ciò che gli è dovuto. Si rifiuta di ricevere un regalo. (Dietrich Bonhoeffer)

La Bibbia ci insegna ad essere grati, non solo quando sperimentiamo cose buone, ma anche in difficoltà . Un simile atteggiamento ci aiuta a gestire meglio le crisi e ad emergere più forti da esse. Quindi non circondiamo più il problema con i nostri pensieri, ma cerchiamo un significato per ciò che può derivare da questa situazione. Quindi ci sono diversi modi per gestire ciò che ci accade. Possiamo lamentarci, essere insoddisfatti, sentirci vittime e sprofondare nell’autocommiserazione. L’altra possibilità che abbiamo è di porsi le seguenti domande:

    Cosa vuole mostrarmi questa situazione?
    Cosa posso imparare da essa?
    Per cosa sono grato in queste circostanze?
    Cosa mi dà speranza?
    Cosa può essere buono, quali sono le opportunità?

Mi piace la storia nella Bibbia di Paolo e Sila in prigione:

“Dopo essere stati picchiati molte volte, i colonnelli li hanno mandati in prigione e hanno ordinato alla guardia di tenerli al sicuro. A questo comando, bloccò entrambi nella cella più interna e chiuse i piedi nel blocco.

Era circa mezzanotte quando Paolo e Sila pregarono e lodarono Dio. Gli altri prigionieri ascoltarono. All’improvviso la terra tremò così violentemente che persino le basi della prigione furono scosse. Allo stesso tempo, tutte le porte si aprirono e le catene caddero da tutti i prigionieri.
La guardia carceraria si è svegliata dal sonno. E quando vide aprire le porte della prigione, estrasse la spada e voleva uccidersi, pensando che i prigionieri fossero fuggiti.
Ma Paulo gridò più forte che poté: “Non farti del male! Siamo ancora tutti qui! ”La guardia chiese la luce, precipitò in prigione e tremò a terra davanti a Paolo e Sila.
Poi li condusse fuori e chiese: “Signori, cosa devo fare per essere salvato?” Dissero: “Credi in Gesù, il Signore! Allora sarai salvato e tutta la tua famiglia con te. “
E proclamarono il messaggio del Signore a lui e a tutti coloro che vivevano nella sua casa. La guardia carceraria prese Paulo e Silas la stessa notte e lavò le loro strisce di sangue. Quindi fu battezzato con tutti coloro che vivevano nella sua casa. Quindi condusse i due a casa sua e fece sistemare il tavolo per loro. Lui e tutti coloro che gli appartenevano erano felicissimi di aver trovato fede in Dio. “Atti 16: 23-40


Paulo e Silas erano in prigione buia e avevano tutte le ragioni per essere disperati, lamentarsi, lamentarsi e perdere la speranza. Invece, hanno elogiato e ringraziato Dio e gli hanno cantato delle canzoni. Non guardarono alle loro circostanze, ma a Dio. Probabilmente hanno ringraziato Dio per quello che aveva fatto nella loro vita e hanno ricordato le sue promesse. Grazie alla loro gratitudine e lode, i loro cuori erano vicini a Dio e quindi avevano pace e fiducia. Dio stesso era la ragione della loro gioia. Erano fortemente collegati a Dio, avevano fiducia. La sua convinzione era così grande che un forte terremoto liberò persino i legami dai suoi piedi. La fede ha quindi cambiato non solo il loro atteggiamento, ma anche le circostanze. Sei stato rilasciato. E quello che penso sia la cosa migliore della storia è che Paulo e Silas non solo si sono aiutati attraverso i loro atteggiamenti, ma hanno anche toccato la guardia carceraria. Sperimentò la salvezza attraverso la testimonianza dei due e arrivò a credere in Gesù.

Nei momenti difficili, sono particolarmente grata di avere Gesù al mio fianco, di non dover affrontare le situazioni da sola. Essere una figlia di Dio e poter vivere in relazione con lui è il dono più grande della mia vita. Mi dà sostegno, conforto e il coraggio di andare avanti. Il suo amore mi porta e non mi lascia mai sola. Dà speranza in ogni situazione.
Quando guardo indietro, sono grata per i momenti difficili. Perché proprio in questi tempi Dio mi è stato molto vicino e il rapporto con lui è cresciuto.
Quindi non vedo più la crisi come una minaccia, no, è un’opportunità. La possibilità di prendere la mano amorevole di Dio e andare avanti con lui …

Sii sempre felice, prega incessantemente, sii grato in ogni cosa; poiché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù per te. 1. Tessalonicesi 5, 16-18
Non preoccuparti di nulla, ma in ogni caso lascia che le tue richieste nella preghiera e nella supplica siano espresse con ringraziamento a Dio! E la pace di Dio, che è più alta di ogni ragione, manterrà i vostri cuori e le vostre menti in Cristo Gesù Filippesi 4, 6-7
Sii persistente nella preghiera e guarda con ringraziamento! Colossesi 4.2
Ringrazio il Signore con tutto il cuore
e racconta tutti i tuoi miracoli. Salmo 9.2

La gratitudine cerca il donatore per il dono. Dietrich Bonhoeffer

Salmo di gratitudine (scritto personalmente)

Ti ringrazio mio Signore e mio Dio, tu sei il creatore del cielo e della terra, per te posso vivere. Mi hai dato la vita e posso essere tua figlia per vivere con te. Ti ringrazio mio Signore e mio Dio, il tuo amore mi avvolge, la tua luce mi circonda, il tuo potere mi protegge e la tua presenza veglia su di me. Mi hai creato a tua immagine per relazioni , mi hai messo di fianco persone preziose. Ti ringrazio mio Signore e mio Dio, tu sei il donatore di tutti i buoni doni. Mi hai dato talenti per usarli per te e per i miei simili. Sei generoso e ricco. Sei il mio fornitore in ogni momento, ti prendi cura per me sempre. Sei un Signore gentile e potente, una roccia irremovibile per sempre. Ti ringrazio mio Signore e mio Dio per la tua parola, che è la verità e mi mostra la via della vita e mi riempie il cuore di gioia. Sei fedele e sei la speranza del mondo. Ti ringrazio mio Signore e mio Dio, attraverso Gesù Cristo mi hai donato una nuova vita che non finirá per sempre e vincerà la morte. Gesù vive in me e lo Spirito Santo mi aiuta. Ti ringrazio mio signore e mio dio, hai pagato il mio debito, grazie a te sono libera. Nel mio bisogno più profondo eri con me e mi hai liberata dalla paura e dalla preoccupazione. Nelle sfide e nelle difficoltà sei qui e lasci che tutto si trasforma in bene. Ti ringrazio mio Signore e mio Dio che salva, redime e libera. Beato chi ha le radici nel Signore, l’Eterno Dio, perché è al sicuro con te. Alleluia, loderò sempre il Signore!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: