Crisi come opportunità

Sprachen de en

Lesedauer 3 Minuten

Ci sono crisi in ogni vita, che possono essere crisi personali o colpire anche interi gruppi di popolazione. Attualmente sta colpendo il mondo intero attraverso il virus corona. L’economia, il turismo e la vita sociale si sono fermi in molti paesi. Le nostre vite sono cambiate molto al momento. Dobbiamo evitare i contatti sociali per impedire la diffusione del virus. Incontri con amici, incontri, sport, festival, teatro, cinema, servizi ecc. Non sono possibili. Possiamo uscire di casa solo se è necessario, per motivi di lavoro, per lo shopping o per motivi di salute.

C’è incertezza tra le persone, nessuno sa quanto durerà la situazione e come andrà a finire. Cos’altro dovremo fare, il sistema sanitario sarà in grado di resistere, come si svilupperà la situazione economica?

Tuttavia, questo tempo rallentato ti dà anche la possibilità di mettere in pausa e riflettere su ciò che conta davvero nella vita. Possiamo concentrarci sull’essenziale, stabilire nuove priorità, ripensare. Ora i valori della nostra società delle prestazioni non contano più – più alti, più veloci, più lontano -. Perfezionismo e pressione prestazionale. Ora conta disponibilità, coesione, solidarietà, rinunciare, prendersi cura gli uni degli altri e incoraggiarsi a vicenda .

“Prendiamoci cura gli uni degli altri! Vogliamo incoraggiarci a vicenda ad amarci e incoraggiarci a fare del bene ”. Ebrei 10:24

In tempi come questi, ci rendiamo anche conto di quanto possiamo essere soddisfatti e grati per tutto ciò che abbiamo e possiamo anche pensare al nostro comportamento da consumatori. Ora che la maggior parte dei negozi sono chiusi e possiamo acquistare solo ciò di cui abbiamo veramente bisogno, molte cose non sono più necessarie. Quindi notiamo in quale abbondanza viviamo effettivamente e quanto poco effettivamente abbiamo bisogno.

“Sii grato in ogni cosa” 1. Salonicchi 5:18

Ora che non possiamo più visitare i nostri amici, coltivare una comunità, i servizi non sono più disponibili, riconosciamo ancora di più il valore di buoni rapporti e amicizie che ci costruiscono e ci fanno bene.

“L’amicizia è un dono di Dio”

Ora che tutte le scuole sono chiuse e, a seconda del lavoro, alcuni genitori non vanno al lavoro, abbiamo molto tempo per coltivare la comunità nelle nostre famiglie e pensare ad attività comuni a casa.

Con il traffico a un punto morto, possiamo già vedere un miglioramento dei valori dell’aria, la natura può rigenerarsi, a Venezia le persone sono felici per l’acqua cristallina nei canali a causa del fatto che non ci sono più navi che navigano. A Trieste i delfini nuotano fino alla riva.

Possiamo anche vedere questa crisi come un’opportunità per pensare a ciò che alla fine ci dà davvero stabilità nella vita. Su cosa stiamo costruendo le nostre fondamenta, su chi o cosa ci dà sicurezza? Cosa rimane quando si perdono cose materiali, ricchezza, finanze, salute ecc. Chi è il nostro fornitore? Tutte queste cose sono impermanenti e non hanno presa.

“Ma sappiamo che per coloro che amano Dio, tutte le cose servono al meglio” Romani 8:28:

Possiamo ricordare Dio Onnipotente, che ha creato il cielo e la terra, per lui nulla è impossibile, che è lo stesso ieri, oggi e per sempre. In tutte le nostre incertezze e preoccupazioni, possiamo fidarci di lui. È in questo momento in cui la nostra fede viene messa alla prova che vogliamo aggrapparci a Dio e confessare che Egli governa. Possiamo usare il tempo per pregare, leggere e proclamare la sua parola.

“La mia grazia è tutto ciò di cui hai bisogno. La mia forza si manifesta nella tua debolezza ”2 Corinzi 12: 9

Infine, un testo adatto che ho trovato su Internet (autore sconosciuto):

Il mondo si ferma e improvvisamente tutti abbiamo l’opportunità di ripensare le nostre vite, scoprire nuove parti in se stessi, prendere decisioni difficili e affrontare le paure … Improvvisamente le cose diventano importanti che abbiamo dato per scontato abbastanza a lungo: manca la vicinanza fisica alle persone, i contatti sociali, il privilegio di muoversi liberamente, viaggiare, una vita spensierata, sicurezza finanziaria e normalità … C’è un motivo per cui tutto è capovolto? È un grido di aiuto dalla natura che ha bisogno di una pausa da noi? Abbiamo perso il valore della vita? Devo solo ricordare ancora una volta l’importanza della nostra vita? In questa situazione eccezionale, ci conosciamo meglio e abbiamo l’opportunità di diventare un po ‘”migliori”, stabilire le priorità in modo diverso, trattare i nostri simili con rispetto e amore e, nella migliore delle ipotesi, riportare indietro i nostri bisogni …

Rispondi